Le biblioteche

In una società colta in cui era diffusissimo l'uso di ampie letture, anche fra uomini occupati negli affari pubblici, il commercio librario era molto intenso, come poteva essere in un'età di tanti secoli anteriore all'arte della stampa. Grande era il numero delle biblioteche private; nelle famiglie signorili i più ne possedevano diverse, nelle case di città e nelle ville. Erano a volte biblioteche considerevoli, come, per esempio, quella del poeta Persio, da lui legata per testamento al maestro Anneo Cornuto. Anche nelle terme vi erano delle biblioteche a uso dei frequentatori.

Torna all'inizio

sciabolata 3 mele